Vibimedica

Lettura ottica 3D dell'impronta

Il sistema non invasivo, a lettura ottica digitale, scansiona la bocca del paziente: l’immagine acquisita viene elaborata da un apposito software che permette di avere una visione della bocca in 3D, utile per eseguire progettazioni e lavorazioni odontotecniche.

Quali sono i vantaggi? - Il paziente non è soggetto a invasioni / fastidi di nessun tipo poiché il sistema di impronta è meno invasivo del classico cucchiaio con silicone da impronta.
- La rapidità di esecuzione del lavoro totale si riduce ai minimi termini portando i tempi di lavorazione ad una sola seduta contro le tre sedute minime della metodologia tradizionale (preparazione / presa dell'impronta, prova della struttura metallica, cementazione definitiva)
- La precisione dell'impronta ottica è molto più elevata dell'impronta presa tradizionalmente, poichè vengono eliminati passaggi come il calco dell'impronta in silicone e successivamente lo sviluppo del classico modello in gesso.
- Esteticamente le strutture sono prive di metallo, integrandosi meglio nella finelizzazione del manufatto protesico.
- Nonostante la mancanza del metallo, questi nuovi materiali con il passaggio hanno portato ad una elevata resistenza meccanica del prodotto.

Fasi di lavorazione

1 - Lettura con lo scanner digitale tridimensionale del dente



2 - I dati scansionati vengono elaborati dal software e inviati alla macchina fresatrice, la quale sviluppa con altissima precisione il nuovo manufatto protesico.



3 - Il manufatto in base al materiale può essere finalizzato con dei forni appositi, o laccati superficialmente senza ciclo termico.

4 - Il manufatto protesico è pronto per essere cementato con sistemi adesivi o a seconda del materiale e della scelta del clinico.



Torna su